Portuense201 Open Studios #03

Portuense201 OPEN STUDIOS #03

Sabato 9 Maggio 2015 Dalle 19 alle 22

Portuense201OpenStudios03_04

Portuense201 è un distretto culturale e creativo che nasce all’interno del comprensorio della Ex Vaccheria Riccioni costruita intorno al 1910. Grazie al recupero in atto da qualche anno, la struttura è stata interamente riconvertita in loft e studi, creando un luogo dove realtà di diversa natura ed entità si incontrano e interagiscono: si passa dall’arte all’architettura, dal design ecosostenibile al laboratorio di artigianato etico, dal cinema alle startup innovative.

In occasione di Open House Roma 2015, durante la serata del 9 Maggio, gli studi di Portuense201 aprono le loro porte al pubblico: Dugong Production, Eurofim, Label201, StudioTamat, Bottega d’arte LoDa, Studio d’arte Belcastro Schneidersitz, WOW Architettura e Design, Archema Studio e Quandoo.

Il percorso comincia con due realtà che operano nel campo cinematografico, che occupano lo spazio che un tempo era la latteria del comprensorio.

La Dugong è una società di produzione indipendente fondata nel 2010 per portare avanti progetti che spaziano dal documentario di creazione al film di finzione, passando per la videoarte. La società trae il suo nome dal dal “dugong”, l’animale marino, appartenente all’ordine dei sirenidi, che pare abbia generato tra i marinai il mito delle sirene. Lavora costantemente per sviluppare un network legato al mercato creativo delle co-produzioni internazionali, puntando sulle sinergie e sul lavoro di squadra, per questo ha scelto come sede operativa uno spazio che è insieme uno studio e un laboratorio creativo aperto alla sperimentazione. Tra le ultime produzioni il film Séance di Yuri Ancarani, che racconta l’incontro tra la psicologa Albània Tomassini e l’architetto Carlo Mollino, scomparso nel 1973.

Eurofilm è una factory creativa di giovani filmmaker che scrivono producono e distribuiscono film per il cinema e documentari di grande impatto sociale su temi di attualità italiani e internazionali. Fra i film, distribuiti in tutto il mondo, “LA SICILIANA RIBELLE” di Marco Amenta in concorso al Festival del Cinema di Roma e vincitore di oltre 30 premi internazionali, “IL FANTASMA DI CORLEONE”, nominato come miglior documentario ai “Globi D’Oro” e ai “Nastri d’Argento”, “SILVIO MON AMOUR” documentario sui 20 anni di Berlusconismo andato in onda in Francia in prima serata. In fase di preparazione “POLVERE ROSSA” film sul delicato tema dell’Ilva di Taranto scritto da Giancarlo De Cataldo. L’ultimo progetto di Eurofilm, MAGIC ISLAND è in concorso al prestigioso HotDocs festival di Toronto.

Label201, occupa gli spazi della ex stalla, ospita l’attività di studio di architettura di interni e di galleria d’arte contemporanea. In concomitanza con l’evento, Label201 inaugura Dirty Windows di Stefano Canto – Clement Cogitore – Abinadi Meza, a cura di Abbiatici_Levy. La mostra prosegue il ciclo espositivo dedicato ad esplorare la natura degli oggetti, una serie di mostre focalizzata su alcuni elementi cardine dell’architettura e del design proponendo una loro re-interpretazione da parte di artisti visivi e cogliendo l’occasione per sollevare questioni legate anche al rapporto con i luoghi e la società di cui sono frutto. La mostra Dirty Windows analizza l’elemento finestra per la sua funzione di dispositivo atto alla diffusione di informazioni fra un dentro ed un fuori, fra uno spazio privato e uno pubblico, fra il mondo interno soggettivo e quello esterno empirico. Esulando dalla sua forma originaria, la finestra è un display che ci permette di essere contemporaneamente in due dimensioni spaziali e temporali.

Il riuso e l’ecosostenibilità sono i principi alla base dei due successivi spazi, che occupano le vecchie rimesse dei carri.

StudioTamat è uno studio di progettazione architettonica e di design d’interni, che nasce dall’incontro di tre diverse esperienze umane e professionali con un valore comune: la tutela e il rispetto dell’ambiente attraverso il recupero, il riciclo, il riuso e l’eco sostenibilità.

Lo studio presenterà in anteprima ad Open House Roma la nuova collezione di prodotti e ospiterà, nei propri spazi le innovative scarpe Shoo, il nuovo marchio di Edoardo Iannuzzi, che mette insieme la tradizione calzaturiera italiana di altissima qualità con le nuove esigenze: flessibilità, trasformabilità, sostenibilità. La scarpa Shoo cambia aspetto adattandosi alle necessità del momento e al contesto in un mondo sempre più frenetico. Una visione condivisa dell’interior design e del design del prodotto,a cura di Martina Stancati.

La Bottega d’arte LoDa, di Alida e Loredana, che uniscono il loro desiderio di armonia, assemblando stoffe, pietre, legni, e inventando ceramiche. Borse, oggetti per la casa, gioielli. Tutto in un riuso d’arte, ecologicamente etico, armoniosamente ecologico. Durante l’evento saranno esposte le opere ceramiche di alcuni autori dello Studio D’arte Ceramica.

Nel Loft Bianco, casa studio di due creativi, sono esposti i lavori di Francesco Turi, architetto, scenografo, attore teatrale e artista visivo, la cui attenzione si è da sempre focalizzata su quella linea sottile che divide realtà e meta-realtà, spazio scenico e vita. Turi realizza i suoi lavori pittorici attraverso la sovrapposizione di carte delicate destinate al deperimento, costituendo molteplici strati, fissati poi sulle tele, sovrapponendo i segni e le immagini che si intravedono e poi di nuovo si perdono tra la polvere e le pieghe del tempo.

Lo Studio d’arte Belcastro Schneidersitz completa il percorso artistico del distretto. L’artista ha sviluppato la sua opera tra l’Italia e gli Stati Uniti, tenendo numerose esposizioni in prestigiose istituzioni museali e gallerie private in Italia e all’estero, oltre a mostre a New York, Miami e Toronto. Di lei hanno scritto critici italiani e stranieri e ha ricevuto numerosi premi e riconoscimenti. Sue opere si trovano in collezioni private e pubbliche principalmente negli Stati Uniti, e la sua voce compare su annuari e volumi d’arte.

Si prosegue con due studi di architettura: WOW Architettura nasce dall’idea semplice e difficilissima di volere coniugare i due universi contrastanti del proprio nome: la naturalezza e la costruzione, Il cuore e la ragione, l’ istinto e il progetto. WOW ci racconta uno slow living a livello architettonico e di progettazione. Punta all’esclamazione di stupore più duratura, quella dettata dal bello di un linguaggio architettonico appropriato che sa dialogare con la committenza e soprattutto che continua a comunicare con i luoghi nel tempo.

Convinti che l’architettura sia il più importante elemento di mediazione tra umanità e ambiente, la scelta di lavoro di Archema Studio è da sempre quella di limitare gli interventi relativi alla edilizia nuova, per approfondire invece tematiche legate alle idee di “recupero”, “restauro”, “riuso” e “ristrutturazione” di spazi interni ed esterni, accogliendo un atteggiamento morale e concettuale volto al miglioramento dell’ambiente esistente già costruito, affinché la Cultura possa di nuovo conciliarsi con la Natura.

Dalla progettazione si passa alla ristorazione con Quandoo, un portale on line per le prenotazioni di ristoranti presente in 8 paesi d’Europa. E’ un sistema che consente di scegliere quando, cosa e dove mangiare tramite recensioni qualificate e attendibili, rilasciate solo da clienti che hanno effettivamente provato la cucina del ristorante. E’ disponibile anche un’App per IPhone che consente di trovare ristoranti nei dintorni, vedere foto, il menu e scegliere dove prenotare in base alle opzioni scelte. Quandoo è il modo più semplice e efficace per avere i ristoranti di Roma a portata di click e prenotare in qualunque momento.